WOODinSTOCK 2012 - Una delle prime immagini pro manifestazioneWOODinSTOCK
nasce su Facebook, in modo semplice e spontaneo! Ma cos’è WOODinSTOCK?

Lo traduciamo con: “avere legna a magazzino”.

La legna è stata la voglia di fare qualcosa tutti insieme, così il cassetto in cui avevamo riposto i nostri sogni si è trasformato in un magazzino. In nome di: “Noi vogliamo rifare Woodstock” abbiamo costituito un gruppo di persone consapevoli dei propri limiti e delle proprie virtù, che ha condiviso passioni e competenze, autofinanziandosi e regalandosi momenti di grande entusiasmo.

Spontaneamente si è costituito un movimento libero, avente un unico scopo: 

Combattere il Parkinson a Suon di Musica e Colore!

Tutti hanno avuto modo di esprimersi e collaborare, alla musica si è aggiunta l’idea delle arti visive, c’era bisogno di un spazio per allestirla e ci siamo riusciti realizzando un palco di 12 mt. per i writers di WG ART che hanno disegnato un graffito coloratissimo, tagliato in pannelli per raccogliere offerte durante il festival.
Nel parco c’erano le bancarelle con le nostre t-shirt, quelle di oggettistica improntate al riuso, altre per lo scambio di strumenti musicali, un raduno di Harley Davidson, un’area ristorazione coperta (dove abbiamo suonato e disegnato), chioschi della birra e gelati, ragazzi che dipingevano grandi teli appendendoli agli alberi, una poetessa che ha scritto su nastri colorati liberati al vento, un gazebo per massaggi e una lunga serie di altre iniziative, compreso un totem su cui i visitatori hanno scritto il perchè del loro “mi piace”.

Hanno partecipato: Gruppo artisti in movimento di Varese, gli studenti dell’Artistico di Varese, Naba di Milano e molti altri. La musica ha risuonato su un grande palco coperto per due giorni: rock, jazz, blues e prog, band giovanili e grandi big, tutti insieme sfidando un Sabato di pioggia battente che ha ceduto al sole della Domenica, una Domenica strepitosa che vogliamo ripetere nel 2013. Con entusiasmo e grande sensibilità, La Fondazione Comunitaria del Varesotto, il Comune e la Pro Loco di Ternate hanno sposato la nostra causa. La Provincia e il Comune di Varese hanno fatto la loro parte, As.P.I. ha sostenuto il progetto.

Ma sono state soprattutto le persone e le aziende che hanno fatto donazioni, sia durante le manifestazioni e i concerti “Apettando WOODinSTOCK” (organizzati nelle varie piazze del Varesotto), sia durante il festival, a rendere possibile la realizzazione di questo che non è più un sogno...e siamo solo all’inizio!!!

L'edizione 2012 di WOODinSTOCK è stata resa possibile grazie al contributo di

Fondazione Comunitaria del Varesotto  Provincia Di Varese  LogoASPIMini  Comune di Ternate  Pro Loco Ternate  Comune Di Varese   SOS dei Laghi ONLUS

WOODinSTOCK su Facebook

Vai all'inizio della pagina