"Com'è andata lì da voi a WOODinSTOCK 2015?"

COME è ANDATA LI DA VOI A WOODinSTOCK?….rispondo io, o meglio lo faccio prima io! giusto perchè mi sono fatto la domanda da solo.

Risposta: M E R A V I G L I O S O !!!!

si, sarà perchè ci sono parecchio affezionato a questa creatura, sara’ perchè ho ancora la visione negli occhi del prato pieno di gente, fin dal primo giorno, con le magie medioevali e un poco esoteriche dei FOLKSTONE, poi ancora nel cuore il ricordo che sembra ora dei “classici” cosi bene interpretati dagli Strange Fruit, a seguire il livello altissimo di Gigi Cifarelli e della sua orchestra, la performance esilarante di Paolo MIgone (Gigi con un parallelo pittorico estemporaneo di EPY ART, il secondo con il pittore  MAX FONTANA) non da meno di Max Cavallari, e che dire dell’impatto di matrice ROCK del sabato, giusto per con i gruppi di JC CINEL, gli amici pugliesi, Rainbow BRIDGE, fino agli imponenti SKASSACASTA? solo per citarne alcuni... ringrazio loro, tutti; ma come posso citarne solo alcuni, il tesoro di quest’anno è davvero grande….Ringrazio allora Cristina Axè con la forza e la bellezza dei suoi bambini in TAC TIC BAND e CORO MANI BIANCHE, le ginnaste del lago, gli Artisti in movimento per tutte le iniziative creative messe in atto con l’insostituibile coordinamento di Valentina Benedetto Grassi. Da tutti apprezzato il tema sociale specie nella sensibilizzazione verso il problema dei bambini sfruttati, con i MAPENDO AFRICA SOUND; complimentissimi anche ai JUDY IN THE CASE. Laura Crisci insieme ad Alessandro Gusmini hanno incantato tutti coinvolgendo il pubblico traducendo simultaneamente in italiano la sintesi emozionale di ogni canzone poi di seguito suonata dai due in perfetto stile acustico; Sabato serata di impatto ROCK, decisamente riuscito a partire dai KOZMIC BUS, poi dicevo con gli amici RAINBOW BRIDGE che dopo un lungo viaggio dalla Puglia hanno raccolto da tutti positivi feed back sulla loro ottima interpretazione di Jimi Hendrix; da quel momento in poi il sabato è stato un vero e proprio crescendo di temperatura rock da Alessandro Gusmini passando per i Mood Pusher, Jc Cinel fino ai monumentali Skassakasta.Ringrazio di cuore nella giornata di domenica i Delta con Stefano Soru e Giovanna Rateni , gli Storm in a Teapot ,i Bluedust i miei Hugs,i superlativi Duebarratre. La domenica è stata una vera magia, un crogiuolo di vibranti emozioni che non potro’ piu’ dimenticare... su tutto l’insieme delle proposte musicali di notevole livello di Mock Marco Zanzi al quale la serata era decisamente dedicata; senza dubbio per tutti noi, Mock è un esempio di eccellenza, per il suo coraggio nel combattere a suon di musica una terribile malattia, per la sua ostinata militanza in WOODinSTOCK nonostante tutto, incredibilmente tra i piu’ attivi tra noi soprattutto quest’anno, con l’innovazione da lui introdotta dei WiSWORKSHOP, fino alle sue proposte di artisti USA Ron Martin, Doug Rorrer e Lorenzo Bertocchini magistralmente da lui coordinati nella Piedmont Brothers Bands. Il gran finale ha commosso veramente la gran parte del pubblico; con il progetto dedicato a Fabrizio De Andrè La cattiva strada, Aldo Ascolese,insieme a Milos Raparini riescono addirittura ad andare oltre il grande Faber.
Ringrazio l’amministrazione Comunale di Ternate in primis il sindaco Enzo Grieco che da sempre ha creduto nel nostro progetto, la Fondazione Comunitaria del Varesotto ONLUS a partire dal segretario Dott. Carlo Massironi , fino al Presidente Ing. Luca Galli, i giornalisti de La Prealpina, la Provincia, RETE 55 in particolare il Direttore che si sostiene da sempre Dott. Matteo Inzaghi, Vincenzo Cinotti e sua moglie Laura per la passione che ci mettono ancora nonostante la distanza geografica della nuova residenza, Alessandro Gusminie sua moglie Alessandra vere forze della natura di WOODinSTOCK, Francesca Battaglia, Paolo Negri che insieme a Stefano Soru curano e documentano la ns. Storia con foto e video, Giuseppe Terziroli che ha arrichito di Cultura tutta la manifestazione, Fabio Sirna e Luciano Zadro, grandissimi chitarristi presenti nei ns worckshop, Emiliano Renzelli, mia moglie Carla Casarino senza la quale non avrei potuto fare praticamente nulla di questa meraviglia, Alice Clerici una ragazza fantastica che insieme a Gioele Mombelli, Lorenzo, Alessandro e molti altri ragazzi hanno svolto un lavoro fondamentale per la costruzione di tutto il festival. Un ringraziamento speciale va alla troupe audio luci di MILOS RAPARINI che consideriamo ormai parte integrante del nostro festival, grazie a loro i suoni e il valore degli impianti danno forza qualitativa a tutta la manifestazione. Un ringraziamento speciale a Lidia Sbalchiero che con grande determinazione tra l’altro è stata capace in questi anni di rendere tradizione la nostra amata RUN FOR PARKINSON's dentro il grande festival di WOODinSTOCK. Ringrazio tutti i volontari, Roberto Sinatra, Gigi, Luca e Carla Lonzar, per citarne solo alcuni, che hanno versato sudore copioso in quelle giornate di caldo torrido per la nostra buona causa. Grazie a Claudio e Laura del Ristorante BISTROT BIO di Milano che con grande generosità e qualità hanno donato a WIS le oro prelibatezze vegane. Ringrazio pure FABIANO SCUFFI liuteria e SONIC GUITARS per aver elaborato un esclusivo e personalizzato modello di TELECASTER WOODinSTOCK.e e i Ck2 Giovedì 9 Luglio 2015. Grazie a tutti di cuore, grazie a tutti coloro di cui ora mi sono dimenticato di citare e spero per questo potrete perdonarmi, grazie a tutti voi il mio sogno si è avverato. Vi voglio bene.

Luca Guenna

Qui sotto un video realizzato da Luca Guenna con musica cantata insieme a Laura Crisci e scatti di WOODinSTOCK 2015 realizzati da Paolo Negri...

WOODinSTOCK 2015 ha avuto il patrocinio di:

Comune di Ternate    Fondazione Comunitaria del VaresottoLogoASPIMini

 

WOODinSTOCK 2015 è stato possibile grazie al contributo e/o alla collaborazione di

   run4parkinsonmini SOS dei Laghi ONLUS ArtistiInMovimentoScrittaeLogo200 Discobus Molteni Strumenti Musicali Tuborg  FrescoMercato   BistroBioMini   Itinerari E SaporiMini   Ristorante Parco Berrini

Vai all'inizio della pagina

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy