Arianna Antinori

woodinstock 150713 0189Arianna Antinori, per molti lei è la "Janis Joplin Italiana", ma secondo noi è una definizione estremamente riduttiva dell'artista.

Arianna ama in maniera viscerale il rock, quel sano rock che ha saputo contaminarsi senza perdere identità e che affonda le sue radici nel blues, nel soul e nel rock’n’roll.

Ha già calcato importanti palchi, come Pistoia Blues, aprendo nel 2015 il concerto dei Counting Crows, e partecipando a numerosi festival come Asti Musica, Tropea Blues Festival, Festivalshow e molti altri.

Con una media di 90 date all'anno, Arianna ha suonato in tutta Italia e con alcune fortunate date anche all’estero, promozionando il suo spettacolo nella formazione di quintetto, ovvero Arianna Antinori (voce), Carlo De Bei (chitarre), Giovanni De Roit (chitarre), Manuel Bisetto (basso) e Pablo Drummadores Bertorelle (batteria).

Nel 2015 l’uscita del primo singolo, Shut Up, che è rimasto in vetta delle classifiche degli artisti emergenti per ben 10 settimane, è ora in programmazione I Give, brano inserito nella compilation ‘Pistoia Blues Next Generation 2015’, un condensato di rock ed energia, dove emerge la voce magnetica di Arianna su un tappeto dal forte impatto sonoro.

Nata a Roma nel 1981, vive ormai da molti anni a Vicenza, è considerata la Janis Joplin italiana non solo per la forte somiglianza della voce nell’interpretazione dei brani della compianta icona americana, ma è l’italiana che ha conquistato il cuore dei fratelli di Janis - Michael e Laura Joplin - e dei Big Brother & The Holding Company, la storica band di Janis, vincendo nel 2010 il contest internazionale indetto in occasione dei 40 anni della sua scomparsa.

Dopo quell'importante riconoscimento a livello mondiale, nasce una stretta collaborazione proprio con i BBHC, che la vogliono come “special guest” nei loro concerti italiani e anche il nostro paese comincia ad accorgersi di lei. Arrivano così gli apprezzamenti e gli inviti a spingere ancora di più sull’acceleratore della sua attività live, perché è proprio sul palco che Arianna riesce a condensare ancora meglio la sua energia e a trasferirla al pubblico.

Con la sua voce così particolare, Arianna passa facilmente dal graffiato rock a sonorità blues più morbide e intense, creando con i musicisti un amalgama perfetto capace di annullare qualsiasi distanza tra palco e pubblico, sia nei locali più raccolti che nei grandi spazi aperti dei festival.
Qualche anno fa diventa impellente la voglia e l’esigenza di incidere brani propri ed inizia a lavorare con Jean ChaAriannAntinorirles Carbone e Marco Fasolo, straordinari polistrumentisti con all’attivo numerose collaborazioni italiane e internazionali. Il disco, autoprodotto, si fa notare tra gli addetti ai lavori, ricevendo numerose recensioni da importanti critici e riviste musicali quali: Mario Luzzato Fegiz, Buscadero, L’Isola, Rumore e molti altri. Nel 2013 vince il premio "L’Artista che non c’era" con finale live al CPM di Milano.

Nel 2015 il cd ‘ariannAntinori’ arriva in distribuzione nazionale, su etichetta K1Records distribuito da Self Distribuzione, disponibile anche su tutte le piattaforme digitali, mentre la versione in vinile è uscita il 22 gennaio 2016.

Arianna e la sua band sono al lavoro per il secondo album, che vedrà la luce entro la fine del 2016.

Segui le sue date sul suo profilo su Facebook
Le sue canzoni su Soundcloud
Arianna è presente anche su Twitter
Il sito ufficiale di Arianna è www.ariannantinori.com

Arianna Antinori è presente nel CD di WOODinSTOCK 2012 con il brano "For my friend" estratto dal CD "ariannAntinori".

Arianna Antinori è salita sul palco di WOODinSTOCK 2012, WOODinSTOCK 2013, WOODinSTOCK 2014 e a WOODinSTOCK 2016 Venerdì 15 luglio.

 

WOODinSTOCK 2019 ha avuto il patrocinio di:

 FondazioneComunitariaVaresottoLogoMini250 Comune di Ternate    LogoASPIMini

 

WOODinSTOCK 2019 è stato possibile grazie al contributo e/o alla collaborazione di

Buscadero Day  Il Ponte Degli Artisti       Pro Loco Biandronno SOS dei Laghi ONLUS Molteni Strumenti Musicali   Dada Servizi    Ferro Pietro   Hotel Montelago    LaViscontina   La casa del Tao

Vai all'inizio della pagina

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy