2019

  • Amy May

    Amy May

    I testi schietti e sentiti e le melodie commoventi di Amy May, cantautrice inglese, le hanno procurato una fanbase globale, sostenuta ulteriormente dall’utilizzo ricorrente di sue canzoni in show televisivi, documentari e film.

    Sin dalla registrazione del suo album di debutto nel 2007 “Right Right Now”, Amy May ha viaggiato tantissimo per il mondo con la sua musica, esibendosi a Sydney, Dubai, in Tailandia, nelle Fiji e attraverso l’Europa incluse tre esibizioni al Cannes Film Festival. La chitarrista autodidatta ha iniziato a trascorrere tempo a Los Angeles dove ha registrato “The Grace Sessions”, che include le canzoni “Real” e “Open”. Quest’ultima canzone ha in particolare raggiunto il primo posto nella classifica delle cantanti/cantautrici del sito www.ourstage.com,specializzato nella rivelazione di nuovi talenti e partner di MTV. “Real” ha invece guadagnato grande successo dopo essere stata utilizzata nella serie drammatica “One tree hill” prodotta dal canale americano “The CW”.

    Dopo la dolorosa morte di sua madre, Amy ha scelto di prendersi una pausa dalle esibizioni live, ma ha continuato a scrivere e ha veicolato il proprio dolore nel suo terzo album in studio: uscito nel 2019, "Mystic" è stato accompagnato da un tour europeo che ha toccato anche l'Italia con la tappa di WOODinSTOCK 2019.

    Amy May a WOODinSTOCK:
    - WOODinSTOCK 2019 Domenica 21 Luglio e come ospite speciale Sabato 20 Luglio
    - per gli eventi legati a WOODinSTOCK 2021, giovedì 14 Luglio presso il Parco Berrini di Ternate

    Links:     

  • Andrea Parodi Zabala

    Andrea Parodi Zabala

    Sembra che per Andrea Parodiquella dei viaggi sia una vera e propria ossessione; nel 1999 il primo volo oltreoceano, in Canada, dove registra Le piscine di Fecchio, album d’esordio autoprodotto sotto la guida di Bocephus King. Nel 2007 torna in Canada ed esce, per etichetta Lifegate, Soldati, suo secondo album che si avvale della partecipazione di Claudio Lolli, Luigi De Gregori, The Gang e The Be Good Tanyas.

    E proprio lungo la strada Andrea trascorre le sue giornate, impegnato ormai da diversi anni in un never ending tour in giro per l’Italia e per il mondo. Protagonisti dei moltissimi eventi live, infatti, sono senza dubbio gli Stati Uniti dove il giovane cantautore ha proposto con umiltà e coraggio la sua musica, ottenendo l’invito ad esibirsi all’interno di Festival molto prestigiosi; ha partecipato per sei anni al SXSW di Austin (Texas), è stato il primo e unico italiano in cartellone al Woody Guthrie Folk Festival (Okemah, Oklahoma) e per due volte ha diviso il palco con Bruce Springsteen al Light of Day (Asbury Park, New Jersey). Ha inoltre avuto l’opportunità di esibirsi nel Massachussets in alcuni locali cult della beat generation come il Dream Away Lodge, da dove è partita la Rolling Thunder Review di Bob Dylan e dove è stato girato il film Renaldo e Clara con lo stesso Dylan, e la leggendaria chiesa di Alice’s Restaurant. Andrea Parodi è stato inoltre ideatore e conduttore radiofonico e direttore artistico di Festival musicali di successo, in particolare del tributo italiano a Townes Van Zandt, giunto ormai alla quindicesima edizione.  Nel gennaio 2010 esce su etichetta Universal il primo disco della Barnetti Bros Band, dal titolo Chupadero che conquista la copertina della rivista specializzata Buscadero e le prime 50 posizioni della classifica FIMI. La Barnetti Bros Band è formata da Andrea Parodi, Max Larocca, Massimo Bubola e il bluesman newyorkese Jono Manson e il disco è stato registrato a 2700 mt in un piccolo villaggio indiano sopra Santa Fe in New Mexico. Nel 2011 Andrea Parodi è impegnato in un intenso tour di oltre 200 concerti in un anno, di cui una ventina nel Nord America accompagnato dal violinista Fulvio Renzi. Il 28 aprile del 2012 Andrea diventa papà del piccolo Woody e ridimensiona radicalmente la sua vita on the road. Il 14 giugno del 2018 arriva anche Geordie. Da qualche anno è direttore artistico di un’etichetta musicale (Appaloosa Records), continua a organizzare eventi e festival musicali e a scrivere canzoni.

    Collabora col giornalista di Sky Fabio Tavelli in uno spettacolo di storytelling tra musica e sport che lo porta a scrivere nuove canzoni dedicate a Muhammad Alì, Ayrton Senna, Garrincha e alle olimpiadi del Messico del 68.

    Insieme a Bocephus King traduce in inglese canzoni di Fabrizio De Andrè, Francesco De Gregori, Ivan Graziani, Luigi Tenco, Francesco Guccini e Giacomo Leopardi. L’Infinito di Leopardi, oltre ad essere tradotto, viene musicato e diventa una performance per la RAI nella cattedrale di Recanati. Nelle Marche nasce un altro progetto che porta alla realizzazione di un disco ispirato, concepito e realizzato nelle grotte sotterranee della cittadina di Osimo. L’album realizzato dalla cult band di Nashville Orphan Brigade dal titolo The Heart of The Cave viene acclamato dalla critica e racchiude 13 canzoni su Osimo, le sue grotte, la sua magia e oltre 2000 anni di storia. Sono proprio questo genere di progetti che maggiormente esaltano Andrea Parodinegli ultimi anni e tra le più importanti produzioni discografiche del 2018 ci sono un doppio disco tributo a Townes Van Zandt di 32 canzoni e Yayla – Musiche Ospitali, un progetto sull’immigrazione al quale partecipano 130 musicisti e ospiti del calibro di Neri Marcorè, Antonella Ruggiero, Edoardo Bennato, Erri de Luca, Donatella Finocchiaro, Valerio Mastandrea, The Gang, Jono Manson, Bocephus King, Saba Anglana, Takadum Orchestra, Thom Chacon con Violante Placido e tantissimi altri.

    Il 6 maggio del 2021 esce su Appaloosa Records il nuovo disco Zabala le cui registrazioni sono cominciate in Texas nel 2013 con la partecipazione di musicisti del calibro di Joel Guzman (Joe Ely, Paul Simon), David Immerglück (Counting Crows), David Grissom (James McMurtry, John Mellencamp), Larry Campbell (Bob Dylan, Levon Helm), David Bromberg, Scarlet Rivera (Bob Dylan), Tommy Mandel, Radoslav Lorkovic etc.

     

    Andrea Parodi a WOODinSTOCK:
    - WOODinSTOCK 2019 al Buscadero Day 2019 Domenica 21 Luglio con i Borderlobo
    - WOODinSTOCK 2021
    per l'evento legato al Record Store Day 2022
    - WOODinSTOCK 10
    per il Buscadero Day

    Links:    https://www.facebook.com/andrea.parodi.zabala      https://www.andreaparodizabala.com

  • James Maddock

    James Maddock

    Originario di Leicester (UK), sviluppa gran parte della propria attività artistica in USA, risultando particolarmente noto nell'area della Grande Mela.

    Ha pubblicato il suo primo album nel 1999 come "frontman" della band Wood, Songs from Stamford Hill, legato alla tradizione del rock classico. Dei brani presenti nel disco, Never a Day apre la colonna sonora del film Serendipity - Quando l'amore è magia, mentre Stay You, singolo estratto dal disco che conquista la Top 5 della classifica americana adult alternative, viene incluso nella colonna sonora della serie Dawson's Creek.

    Il suo stile musicale negli anni si affina prendendo ispirazione dal soul e dal rock d'autore. Numerose le collaborazioni (Paula Cole, Train, etc.), su cui spicca quella con Bruce Springsteen che, tra le altre cose, utilizza una sua canzone per i propri ingressi in scena e con cui condivide a più riprese negli anni il palco.

    Risulta apprezzato sia come autore, scrivendo anche per altri artisti di fama come Gary Barlow (Take that) o i Waterboys, che come interprete live, per cui riceve numerose e importanti recensioni positive dalla critica internazionale.

    La sua voce graffiante e intensa viene utilizzata in spot pubblicitari come quello della compagnia americana PPL Electric, trasmesso anche durante il superbowl 2014.

    Con l'album Insanity vs. Humanity del 2017 ha avuto un crescendo di popolarità in Italia con passaggi ricorrenti su importanti network radiofonici nazionali, su tutti Radio DeeJay e Radio Popolare...

    James Maddock a WOODinSTOCK:
    - è stato protagonista a Varese il 23/12/2014 accompagnato da Alessandro Gusmini
    - è stato protagonista a Besozzo nel 2016 con David Immergluck
    - WOODinSTOCK 2018Venerdì 20 Luglio accompagnato da Alex Valle
    - WOODinSTOCK 2019 per il Buscadero Day 2019 Domenica 21 Luglio insieme alla sua band e a Brian Mitchell
    - WOODinSTOCK 2021
    nella data del 14 Agosto a Ternate
    - WOODinSTOCK 10
    , venerdì 22 luglio e sabato 23 Luglio 2022 con Brian Mitchell per il Buscadero Day

    Links:     http://www.jamesmaddock.net/      https://www.facebook.com/jamesmaddockmusic     https://www.twitter.com/jamesmaddock     https://www.youtube.com/user/jamesmaddock

  • Roberta Finocchiaro

    Roberta Finocchiaro

    La chitarrista e cantautrice Roberta Finocchiaro, figlia di musicisti, nasce a Catania nel 1993. Fin da piccola dimostra una grande passione per la musica, iniziando a suonare la chitarra e il pianoforte e a scrivere le prime canzoni a soli 10 anni. La voglia di raccontare la vita attraverso la musica è ciò che spinge Roberta a intraprendere questa strada.

    Dopo essere entrata a far parte della Tillie Records (2014), etichetta discografica di Simona Virlinzi, sorella del produttore discografico catanese Francesco Virlinzi, Roberta nel 2016 pubblica il suo primo album di inediti “Foglie di carta”, un disco dal genere pop/blues/folk, ispirato alle sonorità americane.

    Sonorità molto care a Roberta che si delineano ancor meglio con il suo secondo progetto discografico,“Something True”. Registrato a Memphis (Tennessee) al Sam Phillips Recording insieme a importantimusicisti americani tra cui il batterista Stephen Chopek e il bassista David LaBruyere (che cureranno anche la produzione artistica), con “Something True” l’ispirazione oltreoceano, infatti, è ancora più evidente.

    Nel 2019 entra in studio a New York per registrare il terzo disco “Save Lives With The Rhythm” (giugno 2020) prodotto da Steve Jordan, registrato al Brooklyn Recording di New York e missato al Germano Studios di Broadway. Un album in cui la vita e il groove, elementi fondamentali della musica di Roberta, trovano il loro giusto equilibrio. Una nuova grande sfida per lei che si avvicina molto di più alla chitarra elettrica, concedendo spazi maggiori anche agli assoli musicali. Hanno collaborato a “Save Lives With The Rhythm”, oltre a Steve Jordan, anche Sean Hurley al basso, Clifford Carter alle tastiere, Dave O’Donnell e ancora sono presenti in alcuni brani i fiati di Eddie Allen, Patience Higgins, Clifton Anderson, la fisarmonica di suo nonno Gino Finocchiaro e il violino di Olen Cesari.

    Roberta ha aperto nel 2016 l’ultima data del tour “ON” di Elisa, si è esibita due volte in America, in occasione del Light Of Day, suonando con alcuni musicisti di Bruce Springsteen. Nel dicembre 2017 per la prima volta ha calcato il palco del Teatro Ariston di Sanremo in occasione della finale del Fiat Music di Red Ronnie, contest che la vede vincitrice. E nel 2020, durante i mesi di lockdown a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, si aggiudica la vittoria del contest lanciato sui social da Alex Britti, e apre il suo concerto al Festival di Piombino, suonando anche insieme ad Alex sulle note del brano “7000 caffè”. Roberta partecipa anche al primo contest dedicato a Bruce Springsteen “Cover Me” con la canzone “New York City Serenade” vincendo il premio della critica.

    Nel giugno 2021 Roberta accompagna Cristiano Godano dei Marlene Kuntz nel suo tour solista “Mi Ero Perso Il Cuore Tour”.

     

    Roberta Finocchiaro a WOODinSTOCK:
    - WOODinSTOCK 2019 per il Buscadero Day 2019 Domenica 21 Luglio
    - WOODinSTOCK 10 per il Buscadero Day sabato 23Luglio

    Links:                    

WOODinSTOCK 10 ha il contributo di:

WOODinSTOCK 10 ha il patrocinio di:

WOODinSTOCK 10 sarà realizzato con l'aiuto di:

 

Vai all'inizio della pagina petek temizliği elektrikçi Su tesisatçısı elektrikçi ümraniye